Architettura d'Archivio

  • Questo archivio contiene la documentazione che nel 2000, provenendo dall'Ufficio tecnico di Montecitorio, è stata trasferita presso l'Archivio storico della Camera dei deputati al fine di ordinarla e renderla disponibile alla ricerca.
    La denominazione "fondo Basile" deriva da una consuetudine consolidatasi nel tempo ma non rispondente agli effettivi contenuti dell'archivio stesso. Infatti, un segmento corposo della documentazione è costituito da materiali cartografici riferibili al periodo antecedente al 1902, anno in cui l'incarico per la realizzazione dell'aula parlamentare e l'ampliamento del Palazzo fu formalmente e definitivamente affidato al Basile. Vi si trovano il rilievo del Poletti del 1855, i disegni dell'aula realizzata dal Comotto nel 1871, una parte degli elaborati preparati dall'architetto Curri per il concorso del 1897 e quelli per l'aula provvisoria costruita in via della Missione nel 1900. Per gli anni che vanno dal 1902 al 1928 si trova il materiale del fondo Basile vero e proprio. Si tratta degli elaborati realizzati dall'architetto e/o dai suoi collaboratori durante i 26 anni in cui furono impegnati ad espletare l'incarico di adeguamento funzionale ed ampliamento di palazzo Montecitorio. Un terzo ed ultimo segmento è costituito dagli elaborati prodotti dal 1928 in poi per l'aggiornamento impiantistico e tecnologico del fabbricato stesso.
    Del fondo fanno parte anche materiali di origine diversa che non hanno per oggetto Montecitorio ma si riferiscono ad altri immobili ubicati in varie aree del territorio nazionale da Firenze a Messina.

  • Nel 1967 è stato indetto un pubblico concorso per la redazione di un progetto di massima relativo alla costruzione di un edificio da destinare ad uffici e servizi della Camera dei deputati e di una autorimessa interrata sottostante l'edificio. Il fabbricato doveva sorgere sull'area delimitata da Via della Missione, Piazza del Parlamento, Via di Campo Marzio e da proprietà dell'Amministrazione e di terzi. Era destinato ad integrare il complesso degli edifici al momento a disposizione della Camera dei deputati e doveva collegarsi al Palazzo di Montecitorio mediante passaggi sotterranei ed un cavalcavia.
    Il fondo contiene la documentazione preliminare al bando del concorso ed all'espletamento dello stesso, compresi i progetti dei 64 concorrenti ognuno dei quali, in ottemperanza all'art. 7 del Bando, era composto essenzialmente da: relazione, tavole, plastico, computo metrico.

    bb. 39 - Inventario analitico