A seguito della deliberazione del Collegio dei Deputati Questori del 3 agosto 2021, a far data dal 6 agosto 2021 l’accesso all’Archivio storico ai fini della fruizione dei relativi servizi è consentito esclusivamente a coloro i quali siano muniti di una delle seguenti certificazioni verdi Covid-19:
1.    Certificazione comprovante lo stato di avvenuta vaccinazione contro il Sars-CoV-2 (validità: nove mesi a far data dal completamento del ciclo vaccinale);
2.    Certificazione comprovante la guarigione da Covid-19, con contestuale cessazione dall’isolamento prescritto in seguito all’infezione (validità: sei mesi a far data dall’avvenuta guarigione);
3.    Certificazioni comprovanti l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (validità: quarantotto ore dall’esecuzione del test).
Le predette disposizioni non si applicano ai soggetti la cui esenzione dalla campagna vaccinale risulti espressamente attestata da apposita certificazione medica rilasciata dall’autorità di sanità pubblica.

Leggi le informazioni e le modalità di accesso alla Sala di studio dell'Archivio storico




L'archivio storico della Camera dei deputati conserva i documenti originali prodotti e acquisiti dalla Camera dalle sue origini di assemblea rappresentativa del Regno di Sardegna, prevista dallo Statuto albertino del 1848, fino a nostri giorni.guida ai fondi

L'Archivio storico

Contatta l'Archivio

L'Archivio storico della Camera dei deputati è aperto al pubblico dal 1991. La consultazione dei documenti è disciplinata dal Regolamento dell'Archivio storico e dal Regolamento di ammissione del pubblico, accessibili a questa pagina

Visita l'Archivio

Per informazioni sui fondi archivistici, per richiedere la disponibilità di documenti e per accedere alla Sala studio è necessario contattare per email la Segreteria dell'Archivio storico (ars_segreteria@camera.it) specificando l'argomento della ricerca ed i documenti da consultare.

La Costituzione italiana e l'emblema della Repubblica